All’EMC Forum va in scena il meglio del disaster recovery

bettin AllEMC Forum va in scena il meglio del disaster recovery

L’edizione 2013 dell’EMC Forum 2013 è stata l’occasione per presentare le ultime tecnologie dell’azienda IT americana e le migliori best practice e case history raccontate direttamente dai partner e dai clienti. E attraverso la presentazione di Marco Bettin, responsabile dei competence center DR, Backup e Storage in Xenesys, abbiamo parlato in anteprima del progetto di disaster recovery realizzato con EMC per il GSE, il Gestore dei Servizi Energetici in Italia.

Più sicurezza, maggiore flessibilità

Il progetto è nato dall’esigenza del cliente di garantire la costante funzionalità dei processi aziendali, anche in caso di fault dell’infrastruttura IT, e di ricorrere a soluzioni di virtualizzazione dello storage per gestire con maggiore flessibilità il futuro aumento dei dati (in corrispondenza della crescita del livello di servizio offerto ai clienti).

Implementando le più affidabili tecnologie di virtualizzazione dello storage e di disaster recovery, quali VPlex, RecoverPoint, Symmetrix VMax e Site Recovery Manager di VMWare,  in meno di 3 mesi abbiamo aumentato l’affidabilità dei siti di DR, portando i due di Roma a livello TIER 7 e quello di MIlano a TIER 5.

Tra i principali benefici:
  • azzeramento dei rischi di perdita dei dati in caso di fault (RPO=0) e azzeramento del tempo di ripartenza del servizio (RTO=0) nei siti di Roma;
  • possibilità di scegliere il punto di riavvio (tecnica di replica journaling) e di eseguire test di DR a Milano senza interruzione della replica dei dati da Roma;
  • gestione semplificata dei test e della messa in produzione del DR;
  • riduzione dei costi di storage.

Oggi GSE, uno dei principali player del settore energetico italiano, è quindi pienamente al sicuro dal rischio di perdita di dati e può garantire ai propri utenti interni ed esterni la massima operatività dei sistemi in caso di fault dei server, degli storage o di una intera sala macchine. Tutto questo risparmiando anche sui costi di storage.

Volete saperne di più?

 




I commenti sono chiusi.