Font | l’uso dei caratteri sul web

font Font | luso dei caratteri sul web

FONT ‹fònt› s. ingl., usato in ital. al femm. o al masch. – Termine usato nell’informatica con lo stesso sign. del fr. fonte, dal quale deriva.
 FONTE  s. f. – Francesismo (fr. fonte ‹fõ′t›, der. del verbo fondre «fondere», che significa propr. «fusione») accolto in ital. nel linguaggio di tipografia e nelle tecniche di fotocomposizione e di editoria elettronica per indicare un insieme completo di caratteri contraddistinti da un particolare disegno (Times, Helvetica, ecc.) e stile (corsivo, grassetto, ecc.); è di uso molto comune anche il termine ingl. font (per lo più al femm. ma spesso anche al maschile).

Per i creativi l’uso della font corretta è uno dei passi più importanti per la riuscita di un progetto. Chi dalla carta è passato al web si è trovato a disposizione solo poche font e quindi, per sopperire a questa mancanza, è dovuto ricorrere ad alternative trasformando titoli e testi in immagini, metodo non sempre praticabile ma ancora valido in alcune situazioni.

Nonostante non fosse stato ancora reso standard da W3C un formato di riferimento, i vari browser hanno trovato l’accordo per l’adozione del Web Open Font Format, che rende standard l’uso della proprietà @font-face. Questa proprietà permette lo scaricamento della font usata sulla macchina dell’utente e quindi di avere a disposizione molte più famiglie di font.

Google Web Font ci mette a disposizione una moltitudine di famiglie utilizzabili da tutti, attenzione però che non tutte le font sono .woff (Web Open Font Format) e quindi non compatibili con tutti i browser. All’interno di Google Web Font possiamo vedere le anteprime delle font personalizzabili con una nostra stringa di testo, vedere tutti i caratteri che la compongono e creare una nostra collezione. Durante la scelta delle font che comporranno il nostro progetto web possiamo poi creare delle raccolte e scaricarle per utilizzarle nei propri progetti off-line; per ogni tipo di carattere Google Web Font ci fornisce del codice da inserire nella nostra pagina e nel CSS, per utilizzare la font direttamente dal web.

TypeKit, azienda appena acquisita da Adobe, fornisce anch’essa questo servizio, differenziandosi per il tipo di font e offrendo, inoltre, piani a pagamento in base alle proprie esigenze.

Per ovviare alla consultazione web nella scelta delle font, Extensis ha sviluppato un componente di Suitcase Fusion, apprezzato software di gestione font, per gestire le web font direttamente da Photoshop. WebINK, questo è il suo nome, ci fornisce l’elenco delle font e ci permette di applicare una WebFont direttamente al livello testo. Alla fine del processo creativo, WebINK creerà delle stringhe di testo con il codice per l’uso delle font sul nostro sito e ci informerà se sono state usate font a pagamento. Le font presenti in Google Web Font sono opensouce e quindi utilizzabili in ogni progetto di Photoshop, mentre WebINK funziona dalla versione CS5 di Photoshop.




I commenti sono chiusi.