Startup e innovazione | a Salerno premiate le idee di successo

best practice per linnovazione 300x241 Startup e innovazione | a Salerno premiate le idee di successo
Innovazione tecnologica e idee imprenditoriali di successo, tra aziende affermate e startup promettenti. Questi i tratti peculiari che hanno contraddistinto la 6° edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione, organizzato da Confindustria Salerno il 28 e 29 giugno. Durante la due giorni, esperti professionisti e giovani imprenditori hanno presentato i loro progetti innovativi, intervallati dagli interventi delle massime autorità dell’industria italiana e delle istituzioni, che hanno portato il loro personale contributo all’iniziativa.

Quello che ha avuto luogo nella città campana è una competizione senza frontiere, che ha visto prediligere temi legati all’ambiente, al marketing e alla comunicazione non convenzionale, da anni traino del mercato delle idee innovative.
Durante la serata conclusiva a vincere il premio dedicato alle startup un’azienda senese, la LiquidWeb, che ha portato all’attenzione del comitato scientifico, assegnatario del riconoscimento, il progetto BrainControl, di cui avevamo già parlato in un post sull’ubiquitous computing. Si tratta di una piattaforma BCI (Brain-Computer Interfraces) che consente a chi è affetto da patologie come tetraplegia, sclerosi laterale mmiotrofica (SLA), sclerosi multipla e distrofie muscolari di varia natura, di superare disabilità motorie e di comunicazione. Interagendo con l’attività cerebrale, le persone affette da queste patologie potranno comunicare sentimenti e bisogni, muovere la propria sedia a rotelle, interagire con amici e parenti mediante social network, email, sms, accendere o spegnere le luci, perfino aprire o chiudere porte e finestre.
A ricevere, invece, il Premio Best Practices 2012 l’azienda Personal Factory, con un progetto legato al settore dell’edilizia. L’idea della società di Vibo Valentia si è aggiudicata la sesta edizione del Premio Best Practices, grazie alla piattaforma Origami4, che permette una più efficiente gestione e produzione di materiali per l’edilizia (sabbia, calce, cemento), a partire dalla valorizzazione delle materie prime e della manodopera locale. L’intuizione vincente ha ricevuto il maggiore riconoscimento per l’innovazione introdotta in un settore tradizionale come quello dell’edilizia, in cui ha già ottenuto concreti risultati in termini di abbattimento dei costi e di riduzione di CO2.
Xenesys ha partecipato con piacere all’iniziativa, portando il proprio contributo d’innovazione al Premio con l’applicazione web per mobile NWG Genius, realizzata per l’azienda leader nella Green Economy, NWG Italia. La società pratese, nata del 2003, è la prima impresa in Italia, nel settore fotovoltaico, ad aver rivolto l’attenzione al mercato residenziale e delle PMI, del quale è il punto di riferimento a livello nazionale con oltre 7.000 impianti installati. Grazie a questa app, i consulenti energetici di NWG (energy broker) possono ora configurare la migliore soluzione dell’offerta fotovoltaica per i clienti, direttamente da smartphone e tablet. La portata innovativa del progetto sta nella possibilità di determinare un preventivo per il cliente più preciso e dettagliato, attraverso un sistema di geolocalizzazione e l’inserimento di una serie di parametri tecnici sull’applicazione. Gli energy broker possono ora configurare la migliore soluzione dell’offerta fotovoltaica per i clienti, generando importanti benefici oltre quelli di vendita:

  • un maggiore controllo sui dati, con possibilità di ricavare rapidamente report di business intelligence;
  • miglioramento della customer satisfaction e potenziamento del CRM aziendale;
  • benefici di immagine per l’azienda, grazie all’utilizzo di apparati mobili innovativi in fase di vendita;
  • riduzione dell’impatto ambientale dell’attività di impresa e maggiore rispetto per l’ambiente, grazie alla riduzione di carta e toner.


Competizione senza frontiere e innovazione continua: sono questi, dunque, gli elementi che hanno contraddistinto la sesta edizione del Premio e accomunato tutte le aziende partecipanti. Il messaggio è chiaro: per dare nuovo impulso alla crescita, dobbiamo superare il torpore economico, tecnologico e culturale che negli ultimi anni ha segnato il nostro Paese, portando avanti le idee innovative e premiando le eccellenze in grado di trasformare agli occhi del mondo il Made in Italy da essere brand di prodotto a brand di processo.

 

Giovanni Cuccuini | Public Relations Specialist




Lascia un Commento