ActivatED | Banca Generali racconta Xenesys e il sistema MDM



Questa nuova case history ActivatED parla dell’esperienza Xenesys con il cliente Banca Generali legata all’implementazione di una soluzione di mobile device management: il sistema permette oggi ai promotori finanziari di Banca Generali, dotati di iPad personale, di operare in sicurezza sul proprio device sia in contesti business sia privati, mettendo, quindi, al sicuro il patrimonio informativo aziendale.

La soluzione è stata erogata in modalità Innovative Lease, una nuova formula di approvvigionamento by Xenesys che ha permesso a Banca Generali di beneficiare dei vantaggi del sistema MDM a fronte di un unico canone di servizio concordato, calcolato su ciascun iPad coperto dal servizio.


L’azienda

Banca Generali è una delle principali realtà italiane per la distribuzione integrata di prodotti e servizi finanziari. Opera attraverso un ampio network di promotori sul territorio nazionale. L’offerta multibrand, con circa 1.200 prodotti finanziari, prevalentemente polizze e prodotti di risparmio gestito, e la sua capillare forza vendita sono i punti di forza di Banca Generali. Oggi il Gruppo Banca Generali può contare su circa 1500 consulenti finanziari e 43 succursali, che ne fanno una realtà leader nel settore risparmio gestito in Italia.


L’esigenza

I tablet dei promotori dell’azienda, pur utilizzati quotidianamente a scopi professionali, erano a tutti gli effetti personali. Ciò ha dato immediatamente vita a una situazione di BYOD (bring your own device), dove ciascun device conteneva sia dati relativi all’azienda che personali. La necessità dell’azienda era, dunque, quella di mettere i promotori finanziari in condizione di utilizzare i tablet anche per scopi professionali, garantendone la gestione sicura e il pieno controllo, nel rispetto delle policy di sicurezza e di privacy aziendali.


L’implementazione

Xenesys ha implementato una soluzione di mobile device management (MDM) centralizzata, identificando in Good for Enteprise la migliore tecnologia e soluzione per soddisfare le specifiche necessità dell’azienda. La soluzione implementata ha reso disponibile un ambiente controllato, separando e rendendo indipendenti la sfera dei dati personali e quella dei dati aziendali. Inoltre, ha reso possibile in qualsiasi momento il blocco immediato del device in caso furto o smarrimento e la cancellazione sicura e mirata dei dati o delle applicazioni presenti.

Xenesys ha, infine, redatto il manuale di utilizzo della soluzione per il team Operations e svolto la configurazione dei tablet secondo le policy aziendali. Conclusa la fase di deployment, Xenesys ha attivato il proprio servizio di service desk, che già oggi assiste quotidianamente ogni promotore nella gestione delle problematiche tecniche quotidiane legate al proprio hardware/software: un servizio di reperibilità 24/7 garantisce loro un’assistenza continua e dedicata e che consente il blocco immediato  del device, da remoto, in caso di furto o smarrimento.


I benefici

  • Piena governance e controllo dei dati, grazie a un ambiente di lavoro controllato e sicuro da parte di Banca Generali
  • Utilizzo in sicurezza di applicazioni private in contesti aziendali da parte dei promotori
  • Rafforzamento del posizionamento distintivo e dell’immagine di Banca Generali presso il cliente finale, grazie all’utilizzo di device mobili

Questa la seconda case history ActivatED. Prossimamente nuovi progetti e video sull’esperienza dei clienti con Xenesys saranno realizzati e condividisi. Stay tuned!

 




ActivatED | NWG racconta Xenesys e l’app NWG Genius

Dopo le quattro case history del progetto ActivatED 2011 (Carapelli FirenzeConsorzio Operativo MontepaschiPer DormireRCR Cristalleria Italiana), che ha raccolto alcuni dei migliori lavori di Xenesys nello scorso anno, la prima case history del 2012 ha per protagonista NWG, azienda leader in Italia nel settore fotovoltaico, per la quale Xenesys ha realizzato un’app per i propri energy broker. L’app, presentata al Premio Best Practices per l’innovazione 2012, organizzato lo scorso giugno da Confindustria Salerno, ha riscosso un largo successo di pubblico grazie all’innovazione tecnologica e al valore aggiunto che ha portato presso l’azienda cliente.

L’azienda

Nata a Prato nel 2003, NWG è una società leader nel mercato della green economy con divisioni specializzate in fotovoltaico, electric car e formazione per la rete vendita di energy broker. È stata la prima azienda in Italia, nel settore fotovoltaico, ad aver rivolto l’attenzione al mercato residenziale e delle piccole e medie imprese, del quale è il punto di riferimento a livello nazionale con oltre 7.000 impianti installati. Negli ultimi anni NWG ha registrato una crescita esponenziale, proponendosi rapidamente come uno dei maggiori player nel settore in Italia.
L’esigenza

 

NWG, in ottica di agevolare il processo di vendita dei suoi oltre 7.000 energy broker presenti sul territorio italiano, ha deciso di supportare ulteriormente i propri consulenti in energia con un’applicazione fruibile in mobilità, per la configurazione della migliore offerta fotovoltaica, a partire da dati più precisi e aderenti alle reali esigenze dei clienti. Per un’azienda fortemente orientata alla creazione di una relazione solida e duratura con i propri clienti, dotare la forza vendita di strumenti innovativi e adeguati a costruirla è una priorità non negoziabile.
L’implementazione
Il progetto, della durata di tre settimane, ha previsto lo sviluppo di un’applicazione web per semplificare e velocizzare il processo di vendita, con un sistema di geolocalizzazione (basato sulle API di Google Maps) e un simulatore per configurare l’impianto, a partire dalle reali esigenze di spazio e di consumo del cliente.

NWG ipad app 11 300x238 ActivatED | NWG racconta Xenesys e lapp NWG Genius

L’app permette di identificare l’esatta posizione in cui si trovano cliente e energy broker e di disegnare il perimetro dell’impianto da costruire direttamente: il configuratore stima in tempo reale il costo e il rendimento dell’impianto, permettendo di comunicare immediatamente queste informazioni al cliente. Inoltre, tutti i dati acquisiti tramite app, dalle informazioni sul cliente fino alle specifiche dell’impianto e ai preventivi, confluscono nei sistemi aziendali, generando una profilazione cliente automatica e dati di business per le analisi di business intelligence in azienda.NWG ipad app 21 ActivatED | NWG racconta Xenesys e lapp NWG Genius

Date le ristrette tempistiche di sviluppo, il progetto – dopo una fase preliminare di analisi, che ha visto l’interazione tra esperti di energia e sviluppatori IT – è stato condotto per rilasci successivi piuttosto frequenti, durante il quale il cliente ha potuto testare le funzionalità e richiedere eventuali aggiustamenti. L’app, realizzata in HTML5, è fruibile tramite il web, è utilizzabile sia da PC sia da tablet (iPad/Android) e richiede, quindi, la presenza di connettività.
I benefici
I benefici economici del progetto saranno visibili nel bilancio di esercizio 2012, in termini di efficienza della forza vendita (vendite generate e margine operativo) e la sensibile riduzione dell’utilizzo di carta e toner per l’operatività quotidiana dell’azienda. Altri importanti benefici, non direttamente iscrivibili a bilancio, sono:

  • la maggiore governance e il maggior controllo sui dati generati;
  • la profilazione automatica del CRM aziendale;
  • il miglioramento della soddisfazione dei clienti (minori tempi di attesa per preventivi).

In aggiunta a tutto questo, è fondamentale segnalare il rafforzamento del posizionamento distintivo di NWG presso il cliente finale, grazie all’utilizzo, in capo a tutta la forza vendita, di dispositivi mobile e di un’app proprietaria di elevata qualità, sinonimo di innovazione.

Questa è la prima case history ActivatED 2012, nuove presentazioni sui progetti del 2012 sono in cantiere e arriveranno presto. Stay tuned!




Roambi | la business intelligence a portata di app

Il modo di concepire il business in azienda muta con rapidità, incoraggiando le imprese all’adozione di tecnologie innovative in grado di garantire alti livelli di efficienza, ma anche nuove modalità operative in crescente diffusione, come la consumerizzazione IT.
Ecco così che i concetti di Business Intelligence e BYOD acquistano un valore centrale per le aziende. Non solo trend di mercato, ma asset di importanza strategica: analizzare e interpretare correttamente i dati è vitale per prendere decisioni coerenti, ponderate e lungimiranti; allo stesso modo, gestire con intelligenza l’uso da parte dei dipendenti dei dispositivi personali in contesti e a scopi lavorativi trasforma un potenziale rischio in un vantaggio.
 

Una delle soluzioni più famose e performanti che mette la BI su qualsiasi dispositivo mobile in sicurezza e pieno controllo viene dalla Califoronia e si chiama Roambi. Le sue applicazioni gratuite, Roambi ES4 e Roambi Flow, trasformano i dati di sistemi BI in cruscotti grafici per iPhone o iPad.
 

 
Roambi ES4 è la soluzione server sicura e scalabile che consente di trasformare i  report aziendali e i dati provenienti da qualsiasi sistema di Business Intelligence, cubi data warehouse, fogli di calcolo e altro ancora, in analisi approfondite che possono essere istantaneamente inviate a qualsiasi iPhone e iPad. Una dashboard grafica e intuitiva consente di accedere rapidamente alle informazioni più aggiornate, aiutando il management e la forza vendita a prendere le decisioni giuste in qualsiasi momento e luogo. La massima integrazione con tutte le maggiori suite di Business Intelligence, come SAP, IBM, Microsoft e Oracle, e con soluzioni CRM e database, ne fanno lo strumento ideale per il decision-making in mobilità.
 

Roambi Flow, invece, è l’applicazione per la pubblicazione di dati che impagina  e condividere le elaborazioni di BI che effettua Roambi in modo istantaneo e sicuro, tramite presentazioni interattive e pubblicazioni. Sviluppato specificatamente per l’iPad.
 

Roambi ha, in sostanza, reinventato le applicazioni mobili rendendole su misura per il mobile, consentendo ai professionisti di prendere decisioni anche mentre sono in movimento.

 

Giovanni Cuccuini | Public Relations Specialist




App4Biz | l’azienda a portata di touch

Vorresti sfruttare appieno le potenzialità offerte dall’iPad per lavorare in mobilità con la massima sicurezza? Cerchi un modo per gestire in modo integrato e completo i tablet in azienda?

A partire dalle ore 15, martedì 8 maggio alla Mediateca di Santa Teresa a Milano e martedì 22 maggio all’Hotel Villa Medici a Firenze, gli esperti di Xenesys e Apple affronteranno il tema della gestione integrata dei device con gli applicativi e i sistemi enterprise, della sicurezza dei dati e delle applicazioni business per la mobilità.

L’evento è dedicato agli amministratori delegati, ai responsabili IT, ai responsabili delle linee di business e ai decision-maker a livello esecutivo.

La gestione integrata e completa degli iPad è possibile: dall’introduzione della tecnologia in azienda, al disegno di app personalizzate, all’integrazione con gli altri applicativi e con i sistemi enterprise nell’ottica della massima sicurezza, all’assistenza e manutenzione dei device, fino alla loro dismissione e smaltimento.

Sarà l’occasione anche per parlare di Innovative Lease, una nuova formula di provisioning firmata Xenesys che permette alle aziende di beneficiare appieno delle potenzialità dei device della mela a fronte di un unico canone di servizio: l’azienda si libera dagli investimenti infrastrutturali, beneficiando di una maggiore flessibilità e di una totale trasparenza del TCO (Total Cost of Ownership).

Iscriviti sotto!

app for biz1 App4Biz | lazienda a portata di touch

Pogramma dell’evento

14.30

Welcome & registration

15.00

Alessandro Daprà
Apple Italia

iPad in business

L’azienda a portata di touch: performance e sicurezza garantite dalle tecnologie Apple

15.45

Alessandro Stoppa
Project Manager, Xenesys

L’iPad si integra con gli strumenti d’impresa: il mobile device management su misura e sotto il pieno controllo dell’IT

16.15

Coffee break

16.45

Alessio Petrelli

Responsabile Enterprise Applications, Xenesys

Gianluigi Di Costanzo

Creative Director e Apple Product Professional, Xenesys

App enterprise su iPad anytime anywhere: le applicazioni in mobilità aumentano la produttività delle persone

17.30

Massimiliano Molese
Direttore Innovative Lease, Xenesys

Innovative Lease, un nuovo approccio di provisioning: la gestione dell’iPad nel suo intero ciclo di vita a fronte di un unico canone di servizio

18.10

Aperitivo

L’evento è giusto per me?

L’evento è riservato agli amministratori delegati, ai responsabili IT, ai responsabili delle linee di business e ai decision-maker a livello esecutivo di aziende di medio-grandi dimensioni che vogliono sfruttare al massimo le potenzialità dell’iPad anche in mobilità.

Dove si svolge l’evento?

L’evento si svolge nella Mediateca di Santa Teresa in via della Moscova, 28 a Milano, una biblioteca dedicata al digitale e ricavata all’interno di una vecchia chiesa barocca.

Quanto costa?

Niente! La partecipzione all’evento è gratuita.

Quanto dura l’evento?

L’evento dura circa tre ore, a partire dalle 15.

Come si arriva?

La Mediateca si trova nella ex chiesa di Santa Teresa ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.
MM 2, fermata Moscova.
MM 3, fermata Turati, da via Turati imboccare via Moscova sulla sinistra
Autobus 43 e 94, direzione nord, fermata Moscova-P.ta Nuova, proseguire 50 metri in via Moscova oltre il semaforo.
Autobus 43 e 94, direzione sud, fermata Mirabello, percorrere via S. Fermo fino alla fine.

Per informazioni e iscrizioni:

Irene Rossi irene.rossi@xenesys.it

Iscriviti a Milano
Iscriviti a Firenze



Innovative Lease | una formula di provisioning IT che mette d’accordo CIO e CFO

Money tree 1024x972 Innovative Lease | una formula di provisioning IT che mette daccordo CIO e CFOUna nuova forma di approvvigionamento di Information Technology per le imprese che riesce finalmente a conciliare le necessità e gli obiettivi del CIO e del CFO, grazie a una maggiore flessibilità e libertà nella gestione delle infrastrutture informatiche e una totale trasparenza del TCO (Total Cost of Ownership). Tutto questo è l’Innovative Lease, un nuovo modello di provisioning e gestione del parco informatico che si sta rapidamente diffondendo nel mondo delle imprese.

Oltre i tradizionali strumenti finanziari

Le imprese del mercato informatico hanno proposto, negli anni, svariati strumenti e prodotti finanziari per facilitare l’innovazione tecnologica delle proprie aziende clienti, ma nessuno tra questi è riuscito mai a soddisfarle del tutto, né dal punto di vista tecnologico né da quello finanziario. Secondo queste formule, inoltre, l’azienda era tenuta a rispettare gli oneri di pagamento anche a fronte di una cattiva gestione e di un servizio inadeguato. Anche formule più recenti, come l’outsourcing o il fleet management, sono attualmente inadeguate e ugualmente invasive, comportando in ogni caso la perdita di controllo sul parco tecnologico e una minore possibilità di sfruttare l’IT come leva strategica.

L’azienda non può permettersi di essere vincolata a un tasso finanziario o legata a un puro esercizio aritmetico, rimanendo ostaggio di contratti vincolanti o mal costruiti, ma ha diritto di scegliere liberamente e senza vincoli le proprie strategie, i propri prodotti, servizi e fornitori IT. Inoltre, ogni azienda ha oramai l’impellente necessità di consolidare gli investimenti precedentemente fatti, arrivando alla definizione di un TCO chiaro e trasparente per quanto concerne l’approvvigionamento dell’informatica, attraverso una soluzione flessibile e modulare.

Alto valore a basso costo

Come funziona? L’Innovative Lease concede alle aziende di liberarsi della proprietà dell’intero portfolio IT e di fruirne in maniera modulabile e scalabile a seconda delle specifiche necessità, comprensivo di infrastruttura, hardware, applicativi e servizi, passando per il service desk fino al supporto remoto e di presidio, attraverso una formula di canone servizio a fronte di SLA che ne garantiscono la fruizione nei tempi e nei modi voluti dal cliente.

I benefici per le imprese

Pochi i costi, molti i vantaggi di questo nuovo modello di provisioning: l’azienda si libera dagli oneri della proprietà, dall’ammortamento e dai problemi di dismissione delle attrezzature, e implementa nel tempo il portfolio tecnologico con nuove installazioni, senza alcun vincolo pregresso e con la garanzia di un service level agreement concordato.

Immaginiamo un’azienda che voglia rinnovare il proprio parco IT, implementando un servizio di assistenza remota (service desk) e on-site (disponibilità di tecnici di presidio), oppure distribuire alla forza vendita dei tablet per facilitare i processi di vendita e contestualmente sviluppare un’applicazione CRM mobile ad hoc. Il partner tecnologico, attraverso la formula dell’Innovative Lease, acquista l’intero parco informatico preesistente dell’azienda, sviluppando le nuove implementazioni richieste e lo restituisce all’azienda cliente sotto forma di canone servizio.

In sostanza, questa formula permette all’azienda di:

  • sbloccare investimenti;
  • completa compatibilità con le normative IAS;
  • recuperare liquidità;
  • modulare i canoni nella maniera più compatibile con le necessità di budget;
  • avere pieno controllo sul parco IT;
  • condividere il rischio aziendale con il partner;
  • piena conoscenza del TCO;
  • refresh tecnologico e rinegoziazione in qualsiasi momento.

E il tutto alleggerendo il peso dei costi e mantenendo sempre alti gli standard d’innovazione all’interno dell’impresa.