Pagina 1 di 212

Le ultime novità dal Fashion & Luxury Forum 2013

luxury forum Le ultime novità dal Fashion & Luxury Forum 2013
Si è chiusa ieri l’edizione 2013 del Retail & GDO Forum, organizzato dall’Istituto Internazionale di Ricerca. Due giornate di convegni e workshop su sistemi, soluzioni e tecnologie per il punto vendita e la grande distribuzione organizzata. Continua a leggere




Aspettando NRF 2014: maggiore convergenza tra mobile e desktop

mobile pos Aspettando NRF 2014: maggiore convergenza tra mobile e desktop

Abbiamo vissuto negli ultimi anni una crescita delle applicazioni mobili anche nel settore retail e sempre più spesso accade di trovarsi nei negozi di fronte a personale di vendita dotato di dispositivo mobile. Questi dispositivi e le applicazioni che vi sono installate aiutano il personale di vendita ad aumentare la produttività (minore costi e più rapidità) e a migliorare l’interazione con il cliente, dando risposte immediate e dettagliate anche in piena mobilità. Oggi stiamo assistendo a un altro importante cambiamento di rotta che porta alla convergenza tra soluzioni mobili e desktop. Continua a leggere




Il mobile commerce e l’era degli integrated social brand

phone retail Il mobile commerce e lera degli integrated social brand

C’è chi si informa online e poi compra in negozio e chi, invece, si informa in negozio e compra online. In ogni caso, il futuro dello shopping è sempre più multicanale, all’insegna di un total retail che coniuga insieme negozio tradizionale, ecommerce e mobile in un’unica esperienza d’acquisto. E per quanto riguarda i metodi di pagamento, gli italiani si affidano maggiormente a soluzioni elettroniche per gli acquisti sul Web, specialmente a PayPal, che solo pochi giorni fa ha lanciato a Londra un’applicazione per pagare in negozio direttamente con lo smartphone tramite riconoscimento facciale. Continua a leggere




Pitti Uomo 84: solo fashion, niente tech

IMG 3448 Pitti Uomo 84: solo fashion, niente tech

Si è concluso venerdì 21 giugno il Pitti Uomo 84, la rassegna internazionale dedicata al menswear e alle tendenze fashion della prossima stagione primavera/estate, che due volte all’anno (gennaio e giungo) porta l’eccellenza della moda mondiale a Firenze. E non potevamo certo mancare all’evento, per incontrare i nostri clienti in uno dei momenti più significativi della stagione. Tra innovazione e creatività, a trionfare sono state le collezioni, vere protagoniste dell’iniziativa; poca la tecnologia presente negli stand. Continua a leggere




Service desk, leva strategica di problem solving per le aziende fashion retail

Schermata 2013 05 02 alle 17.41.26 Service desk, leva strategica di problem solving per le aziende fashion retail

Sei il retail manager o il CIO di una impresa del fashion internazionale e oggi è il primo giorno di saldi in molti paesi del mondo. Immagina che nel tuo negozio più importante di Città del Messico, mentre in Italia è prima mattina, tutti i registratori di cassa si blocchino improvvisamente.
Come rimediare al più presto e evitare di perdere i clienti e la reputazione?

Continua a leggere




Retail’s Big Show 2013 | novità e tecnologie per il retail

retail big show 3 2 Retails Big Show 2013 | novità e tecnologie per il retail

Il Retail’s Big Show 2013, organizzato dal National Retail Federation (l’associazione internazionale dedicata al settore) dal 13 al 16 gennaio al Jacob K. Javits Convention Center di New York City, ha confermato anche quest’anno di essere la più importante mostra-convegno al mondo dedicata alle novità del settore, con oltre 28.000 visitatori e 5.000 espositori provenienti da 70 Paesi. Xenesys c’era. Continua a leggere




GShop | il punto vendita diventa più intelligente

Lo sappiamo bene: il modo di fare shopping è cambiato. La ricerca all’affare sui canali virtuali online e mobile è già parte integrante del modo di acquistare del consumatore moderno, che chiede al punto vendita di avere un’esperienza di shopping completa e piacevole, grazie a una maggiore integrazione dei canali fisici e virtuali. Nel retail di oggi non solo videowall e touch screen interfacciati con i social media per inviare giudizi e recensioni in tempo reale, ma anche wifi gratuito nei negozi, portali personalizzati e shopping sempre più collaborativo, con la possibilità per i consumatori di condividere opinioni con amici e familiari, ma anche di partecipare insieme e in real time al processo d’acquisto.

 

Per i retailer, di conseguenza, cambia il modo di gestire il punto vendita: se da una parte bisogna capire come l’esperienza in store possa integrarsi con i device dei clienti, dall’altra occorre adottare strumenti e software sempre più evoluti e intelligenti, per agevolare i processi di vendita e ottimizzare le risorse del punto vendita, in tempi rapidi e performanti.

 

Sul mercato esistono già soluzioni e tecnologie che permettono ai clienti di evitare la coda alla cassa, accompagnandoli in tutte le fasi dello shopping in negozio, mentre altre consentono di gestire e controllare l’intera attività commerciale, attraverso cruscotti che forniscono report e analisi continuamente aggiornate per addetti alle vendite e managament. Una delle soluzioni che oggi meglio si adatta alle esigenze di versatilità ed efficenza dei retail è Maxima GShop Retail System. Sviluppato da Maxima, azienda IT di Padova, è una suite di software specifica e completa per la gestione aziendale e il controllo delle attività di vendita al dettaglio, nonchè di loyalty marketing per varie tipologie di negozi, ideale sopratutto per quelli di abbigliamento e calzature, accessori, articoli sportivi, intimo, cartolibrerie, giocattoli, profumerie e articoli per la casa.

 

Perché GShop

 

La scalabilità della soluzione e la duttilità del sistema fanno di GShop una suite adatta sia per i piccoli imprenditori (negozianti privati con due o più punti vendita) sia per le catene in franchising e i punti vendita di aziende con posizionamenti di mercato di fascia alta. Un’interfaccia semplice e intuitiva (user friendly), un software completo (CRM, ERP, Business Intelligence, mobile, ecommerce, ecc.), un sistema affidabile multilingue e multiutente, la possibilità di gestire inventari (anche a negozio aperto), verificare giacenze e assistere i clienti durante la vendita con un palmare multifunzione (dotato anche di lettore barcode e RFID), che può operare anche offline, e un’assistenza dedicata e continua sono i tratti distintivi di una soluzione che conta oltre 2000 installazione in Italia e all’estero.

 

Le caratteristiche principali

 

  • Ottimizza le vendite e massimizza i profitti: un vero e proprio CRM, in grado di segmentare e profilare la clientela rilevando le tendenze, le preferenze, la presenze, le fasce orarie di afflusso nei punti vendita e il flusso nella visione delle vetrine dei negozi (età, sesso, tempo, punto d’interesse). Infine, è possibile gestire la fidelizzazione della clientela con schede personalizzate per piani di marketing ad hoc (newsletter, invio di sms o mms promozionali, di campagne QR code e couponing).
  • Velocizza e rende fluida la gestione quotidiana delle operazioni di vendita, fornendo ulteriori informazioni utili e veritiere sulla disponibilità della merce (giacenze a magazzino, ordini in corso, stoccaggio, presenza merci in altri punti vendita, ecc.).
  • Fornisce informazioni dettagliate sulle chiusure di cassa (estratti via sms, mms o mail), info sui metodi di pagamento utilizzati, andamento delle vendite, indici di rotazione, giacenze, inventario fisico, redditività e marginalità produttiva e presenze dei commessi. Inoltre, sincronizzazione con ERP e tool di business intelligence.

La costruzione di una profonda relazione stabile e duratura con i clienti, basata sulla qualità della loro esperienza in store, costituisce oggi un asset di massimo valore per i retailer, anche in chiave di competitività e posizionamento. E la possibilità di diminuire il tempo di acquisto e di pagamento, evitando così di perdere vendite, è centrale per operare con successo in mercati ad alta densità e iper competitivi come il fashion, il food e la GDO.

 

Giovanni Cuccuini | Public Relations Specialist




Retail | un video sulla nuova customer experience in store

In un passato post dedicato al retail abbiamo descritto le caratteristiche e le funzionalità di BeanStore Mobile, soluzione per la gestione del back-office e front-office installata su device mobile (iPad, iPhone o anche iPod touch). Ecco anche un video che ne illustra la semplicità d’utilizzo e d’interazione.

Il dispositivo mobile, come mostra il sales assistant in video, è utilizzato per accompagnare il cliente durante tutte le fasi dello shopping in negozio, compresa quella del pagamento, migliorando, così, la gestione del punto vendita e la customer experience in store.

Come funziona?

Collegando il device a un lettore di codici a barre, a una stampante mobile e a un lettore per carte di credito, con un semplice tocco verifica in tempo reale la disponibilità dell’articolo scelto (un libro, ad esempio) e, infine, supporta il cliente nella fase di pagamento, accompagnandolo direttamente a una cassa preferenziale dove ha già mandato in stampa uno scontrino non fiscale connesso al suo ordine, evitando, quindi, al cliente lunghe attese per il completamento dell’acquisto. E tutto il processo di vendita viene gestito direttamente da tablet o smartphone.

La possibilità di integrarsi perfettamente con qualunque sistema gestionale presente sul mercato e di adattarsi non solo al fashion retail, nella quale Xenesys è specialista, ma anche ad altre retail industry, come l’hospitality, l’ottica, le librerie, i negozi di elettrodomestici, bricolage e i negozi di telefonia, la rendono la soluzione perfetta per gestire con efficienza e con massimo profitto la relazione tra clienti e retailer.




Retail | i social media ridisegnano la customer experience in store

social media online retail Retail | i social media ridisegnano la customer experience in storeA giudicare da come si sono evoluti i punti vendita e le attività di marketing correlate, sembra che l’attenzione sia rivolta completamente a due fasi: la soddisfazione di un bisogno e la transazione. Promozioni, scontistiche, bollini, carte club hanno come principale obiettivo la moltiplicazione dei bisogni e la moltiplicazione delle transazioni.

Lo shopping in realtà è un’attività complessa, che risponde a necessità molteplici: passare il tempo, divertirsi, gratificare se stessi, stare con le altre persone. È importante sottolinearlo, ora che l’e-commerce sta erodendo porzioni significative del mercato.

Quali sono gli stimoli e le pulsioni che portano le persone in-store? È possibile tenerne conto per attrarre le persone in negozio e per trattenerle?

Il blog PSFK, in uno dei suoi report sui trend in atto, rileva numerose novità per il mondo del retail: la diffusione dei dispositivi mobile sia tra i clienti che tra i venditori, la possibilità di interagire in modo nuovo con i prodotti (dalle gesture ai QR code), l’opportunità di relazionarsi in modo diverso con i clienti influenti in rete.

Per esempio, è emblematico il caso dell’hotel Palms Hotel and Casino, che offre reward ai clienti che twittano e addirittura un’area riservata agli utenti con un Klout alto (Klout è un indice che misura l’influenza di un utente, in base al suo utilizzo dei social network).

Palms Hotel Casino Retail | i social media ridisegnano la customer experience in store

Il caso del Palms Hotel and Casino è importante: costituisce un primo riconoscimento dell’importanza delle attività e dell’influenza online dei clienti. L’hotel ha compreso che il passaparola online può portare nuovi clienti concreti, reali e paganti.

A conferma di questo trend, Forrester (2009) afferma che il 45% degli acquisti nel mondo fisico sarebbero influenzati da una ricerca di informazioni online. Si tratta di un trend ormai noto, che va sotto il nome di O2S: Online to store: Google lo conferma, osservando l’aumento delle ricerche di brand che avvengono in Google Maps e su dispositivi mobile.

E l’utilizzo della geolocalizzazione e dei servizi mobile offre possibilità inedite agli store fisici: un esempio italiano è Coin, che propone offerte rivolte a chi utilizza Foursquare. Chi fa check-in più volte nei punti vendita Coin e diventa major vince immediatamente il possesso di una Coin card, che dà diritto a sconti e agevolazioni: un modo semplice ed efficace per fidelizzare i clienti e incentivarli a tornare.

Sapere che i propri clienti sono – inevitabilmente – armati di smartphone apre la strada a utilizzi che vanno oltre il marketing. Attraverso un QR code, per esempio, è possibile chiedere a un cliente il suo livello di soddisfazione tramite un semplice sondaggio accessibile da mobile. O chiedere di lasciare una recensione del prodotto.

La catena di make-up Sephora ha addirittura chiuso il feedback loop con i clienti: dopo aver ricevuto impressioni e commenti sui prodotti sulla propria pagina Facebook, li ha stampati e pubblicati in negozio.

È possibile far leva sulle interazioni online per incrementare le visite in-store? Quali sono i trend futuri? Come utilizzare in modo intelligente social media, QR code e strumenti mobile per migliorare l’engagement e profilare il cliente?

Parleremo di questo il 29 marzo a Padova, nel corso di un evento gratuito che inizia alle 14,30 presso il ristorante La Montecchia. È possibile iscriversi qui, su EventBrite, o direttamente dal form sottostante.




Pagina 1 di 212